SbancaMagazine

Tolleranza Zero

Il fascismo continua Tolleranza zero contro il dissenso popolare. Tolleranza zero contro chi contesta. Quante volte l’abbiamo sentita questa frase. Non c’è pace nel Medio Oriente. Mentre in Siria prosegue la mattanza civile, il premier Recep Erdogan, dopo aver passato mesi a minacciare rappresaglie contro Bashar al-Assad si ritrova nella sua stessa posizione. E quando il cittadino urla, la forza bruta risponde. Il fascismo allunga l’ombra della sua mazza ferrata e colpisce i suoi figli che protestano in piazza. Come negli anni ’60 nei cortei...

Italia, svolta a Sinistra… in Centro, chissà

Il crollo della fortezza padana Mentre il mondo prosegue tra guerre e gossip, in Italia sta succedendo l’impensabile. Avete presente quel silenzio assordante che si ode poco prima di un evento inaspettato? La svolta epocale che si sta materializzando dopo vent’anni di Berlusco-leghismo, è diventato realtà. Alle ultime elezioni comunali il Centrosinistra ha letteralmente surclassato il Centrodestra, spazzando via Grillini vari nonché facendo diventare la Lega Nord, fino a un paio d’anni fa, partito di prima fascia, una timida macchietta dell’ancora claudicante scena politica italiana...

Cartellino rosso agli Europei d’Israele

Desmond Tutu sempre dalla parte dei diritti umani E’ una triste giornata nel mondo del calcio. Mercoledì 5 giugno ha preso il via in Israele la 19° edizione dei Campionati Europei Under 21. Con il beneplacito degli Stati Uniti e di gran parte dell’Europa, lo stato ebraico esercita da oltre un cinquantennio un’indiscussa dittatura nei confronti dei Territori Palestinesi. Qualsiasi aspetto è praticamente controllato dalla vigile mano sionista. Inevitabile dunque che anche alle soglie di una manifestazione sportiva il problema si riproponga visto e considerato che...

Terroristi, marionette del mondo che colpiscono

Il sangue sgozzato di Londra Patetici buffoni. Marionette. S’immolano per cause aizzati da signori di cui non frega niente di loro e cosa peggiore contano i soldi spartiti con i presunti nemici che dicono di combattere. Ecco il terrorismo moderno. Un tempo almeno si combatteva per una causa. ETA, IRA, le FARC o la stessa Intifada Palestinese, erano tutte realtà a sfondo nazionale. Oggi invece si sceglie la strada dell’omicidio più laido, ficcandoci in mezzo la religione. Senza sapere nemmeno in quale anfratto di quale libro...